7) Cosa ti rende orgoglioso di essere italiano?

45 thoughts on “7) Cosa ti rende orgoglioso di essere italiano?

  1. L’umanità e la solidarietà della mia gente.
    Il quotidiano estrarre da poche risorse materiali risultati ottimi grazie alla fantasia.
    La cultura e l’arte che ci contraddistinguono.
    Il cammino ancora da fare per integrarci tra noi e con i nuovi italiani.

  2. Io non sono orgoglioso di essere italiano…….,
    io sono un italiano orgogliso che non vuole ancora rinunciare al sogno dell’Italia che vorrebbe.
    Essere orgoglioso di essere italiano per le eccellenze italiane, lo trovo un po’ riduttivo. Quando si ama si amano pregi e difetti e d’Italia dobbiamo accettare eccellenze e miserie. Posso semmai riuscire a nutrire una sorta di orgoglio nel vedere che si riesce a produrre eccellenze anche dalle miserie.

  3. 1- L’aver dato vita e insegnato il DIRITTO a tutto il mondo occidentale.
    2- Avere la Costituzione piu bella ed imitata del mondo.
    3- Il senso di umanità della sua gente.
    4- le migliaia di giovani che per la Patria hanno dato la vita
    5- Lo spirito di sacrificio ed abnegazione delle donne italiane

  4. Mi piacerebbe capire se noi italiani ci sentiamo più a nostro agio nel “fare” gli italiani o nell'”essere” italiani. Personalmente sono confusa: credo che il concetto di orgoglio sia piuttosto sopraffatto dal gusto di essere italiani

  5. Il passato storico con la sua immensa cultura mi rende orgogliosa essere italiana assieme alle forze di volontariato sparse qua e la per il mondo.

  6. in realtà nulla. è un dato di fatto. se fossi nato in Francia dovrei essere orgoglioso di essere francese?

  7. Oddio con le ultime uscite del Papi Silvio, devo dire la verità, un po’ mi vergono…
    Però quello ke mi inorgoglise è il nostro patrimonio artistico culturale. Penso ci siano stati con queste meraviglie. In ogni città trovi qualcosa di grande e splendido, ke ti fa veramente apprezzare di ESSERE ITALIANO! Un’ altra cosa è l’attaccamento alla famiglia!

  8. Mi rende orgoglioso di essere italiano l’ abitare in uno dei posti più belli del mondo.
    Mi rende orgoglioso di essere italiano l’ immenso patrimonio culturale che ci hanno lasciato nei secoli precedenti illustri figure in ambito artistico e scientifico.

  9. L’Italia è Tiziano e Leonardo…è Dante e Pirandello…è il mare di Sicilia e il rosa delle Dolomiti…è il vino e la pizza…è la solidarietà e il volontariato… è una lingua calda e musicale…è una straordinaria Costituzione…è…..

    ma il senso di orgogliosa appartenenza vacilla in questo tempo di decadenza cuturale, di feroce localismo, di indifferenza e prepotenza, di sconvolgimento dei principi democratici….
    essere italiana è, oggi, indignarsi per tutto questo!

  10. L’ingegno, la creatività e lo spirito del sapersi arrangiare anche nelle situazioni peggiori con una certa filosofia tipica dei paesi latini.

  11. Essere nato in Italia dov’è vissuta la mia famiglia, dove ci sono le mie origini e dove sta cresendo mia figlia.

  12. Dopo un viaggio all’estero di qualche settimana, dopo aver sentito commenti positivi dei luoghi italiani, della nostra cultura,del patrimonio artistico, mi sento orgoglioso di far parte di questa nazione, perciò, rimettere piede sul suolo italiano è una cosa meravigliosa.

  13. Paradossalmente ho scoperto l’orgoglio per il mio Paese vivendo all’estero. Nel mio caso ha significato battersi per far capire che l’Italia non è solo ciò che di brutto viene esportato dai media, che non si tratta solo di leggi ad-personam e di spazzatura per le strade. Essere italiano significa essere orgoglioso della tenacia della propria gente, della capacità di dare il meglio nelle situazioni più disperate, della consapevolezza delle proprie potenzialità.

  14. Sono orgogliosa di essere italiana… nonostante tutto! Da piccola non sapevo cosa volesse dire, l’ho imparato quando la mia famiglia si è trasferita al nord per sopravvivere alla mancanza di lavoro nella mia terra di origine… prima ero solo una bambina siciliana! E l’ho imparato non senza sofferenza perchè noi terroni non eravamo ben visti al nord, ma poi con il passare degli anni i terroni e i settentrionali si sono amalgamati e ora siamo semplicemente ITALIANI.

  15. Bè tante cose:
    – L’arte
    – La cucina
    – Le spiagge
    – Le città
    – Le montagne
    ….

    E soprattutto perché tutti gli stranieri amano l’italia e vorrebbero essere come noi!!

  16. lo sono, da sempre. Ho percepito fin da piccola di essere parte di un popolo privilegiato dalla storia e dalla natura della terra che lo ospita.
    l’Italia è un Paese eccezionale, ma credo che il senso di appartenenza alla propria nazione sia naturale per ogni essere umano.

  17. Ogni Paese ha molti e buoni motivi per far sentire orgogliosi i suoi cittadini, ma nessuno come l’Italia ha così profonde radici nella storia nell’arte e nella cultura… Questo carico di esperienze passate ci tocca fin da piccoli e, che lo vogliamo o no, ci dà quell’impronta così inconfondibile tanto invidiata all’Estero…

  18. Se sono orgogliosa di essere italiana?dovrei pensarci un attimo ma la risposta sarebbe che “per fortuna o purtroppo lo sono” citando Gaber!
    Sono orgogliosa delle tradizioni italiane, dei suoi valori, del suo essere duplice: giovane e ancora inesperto Paese nel panorama europeo e vecchio saggio nell’ambito della cultura e dell’arte, del suo splendore in ogni anfratto e angolo in cui tutto sa di antiche civiltà, del suo essere all’avanguardia in molti campi, del gusto e della raffinatezza degli stilisti che dall’italia sono stati ispirati, del genio di Monicelli, Fellini,Rossellini, De Sica,etc., dell’umorismo che pervade la gente italiana.

  19. Devo confessare che sono poche le volte in cui mi sento orgogliosa di essere italiana. Mi sento orgogliosa di me stessa quando riesco ad avere relazioni positive con il mondo che mi circonda, italiano o straniero che sia. Certo che quando all’estero sento parlare bene della nostra cultura (sia essa letteraria, artistica o culinaria) non nascondo che sono felice.
    Ho sentito Luigi Ciotti poche sere fa parlare di ragazzi che lavorano sui terreni confiscati alla mafia. SONO ORGOGLIOSA DI ESSERE DELLA SUA STESSA NAZIONALITA’….

  20. Tutto: avete mai provato a scrivere “Italy” sulla targhetta contenente il vostro indirizzo di una valigia? Beh, io mi commuovo ogni volta.

  21. L’orgoglio che distingue l’Italia da altre Nazioni, a mio giudizio, è la cultura che si respira, che traspare da un immenso patrimonio, intellettuale e artistico, di cui spesso non ci accorgiamo.
    Orgoglio è anche avvertire presso altri popoli una sorta di “invidia” positiva, ottimo stimolo per crescere, verso la tradizione italiana, nella letteratura, nell’arte, nella musica, nella storia…
    E, anche se a volte può sembrare una bugia, per fortuna sono ancora molti oggi quelli che ogni giorno questa cultura la difendono.

  22. L’appartenenza ad un popolo che ha dato i natali a geni scientifici,culturali,sociali.
    Vivo in un territorio ricco ,anzi,saturo di storia.
    L’Italia per bellezza, varieta’ di luoghi,climi e’, per me,l’eden narrato nella mitologica bibbia

  23. Sentirsi italiani non è questione di orgoglio, ma un fatto, una condizione in cui si nasce. La Nazione italiana ha radici lontanissime e risale a ben prima del 1861: abbiamo una cultura comune, una tradizione storica, una lingua. Persino i Signori del Rinascimento, anche se si facevano guerra tra di loro, non smisero mai di considerarsi parte di un contesto originale rispetto al più vasto quadro europeo…
    Perciò mi sento orgoglioso (e felice) di respirare la medesima atmosfera culturale e soprattutto di parlare la stessa lingua di gente come Giordano Bruno, Cecco Angiolieri, Guido Cavalcanti, Giotto, Edoardo Sanguineti, Galileo Galilei, Dante, Andrea Zanzotto, Guido Gozzano, Giuseppe Mazzini, Dino Buzzati, Pierpaolo Pasolini, Amedeo Modigliani, Ludovico Ariosto, Umberto Eco, Tiziano Vecellio, Ippolito Caffi, Piero della Francesca, Elio Vittorini, Angelo Maria Ripellino, Giovanni Falcone, Tancredi Parmeggiani, Gesualdo Bufalino, Giacomo Leopardi, Errico Malatesta, Italo Calvino, Aldo Capitini, Piero Calamandrei, Giovanni Raboni, Enrico Bay (e tantissimi altri: svegli, creativi e intellettualmente indipendenti come loro)…
    La lingua italiana è la spina dorsale su cui si fonda la nostra identità. Per questo, anche se apprezzo e riconosco il valore delle lingue locali (o dialetti che dir si voglia), penso che considerarle più importanti di una lingua così ricca di memoria e spessore come l’italiano sia una grande sciocchezza, non fosse altro perché la lingua nazionale si apre a una comunicazione più vasta, mentre il dialetto chiude, pone barriere. Continuo a pensare, ad esempio, che sia oltremodo maleducato e volgare chi, conoscendo bene l’italiano, si mette a parlare dialetto pur sapendo che tra le persone a cui si rivolge vi sia qualcuno che non può capirlo…

  24. Non sono orgoglioso di essere italiano. Non c’è molto di cui andare fieri dell’Italia contemporanea purtroppo. Al contrario, la situazione attuale mi imbarazza spesso di fronte ad amici stranieri. Ciononostante, riconosco che l’essere nato in Italia ha contribuito in modo critico nel sviluppare il mio livello culturale, superiore a molti altri paesi sviluppati, grazie al ruolo centrale di Roma nel mondo classico.

  25. L’attacamento a tradizioni dimenticate, l’appartenenza a qualcosa di molto più vasto dell’apparente italianità. Non si può descrivere la bellezza italiana con una vasta concentrazione di meraviglie naturali e altre di mano umana in un piccolissimo spazio di terra. La cultura fatta di arte e di sensi, passando per la tavola e i sentimenti.

  26. Il mio orgoglio è di appartenere ad un popolo che ha lasciato una grossa impronta nella storia e ha riempito il mondo d’arte e cultura

  27. mi rendono orgogliosa gli italiani nonostante tutto. La nostra storia, la cultura, la bellezza della nostra terra e perchè no….il cibo!

  28. il vivere in un paese con un patrimonio artistico e culturale tra i migliori del mondo.Per non parlare dei luoghi meravigliosi che attirano ogni anno milioni di turisti da tutto il mondo!!

  29. Il calore delle nostre case, il ruolo che hanno l’amicizia, l’amore e la famiglia nella nostra vita, le attenzioni che sappiamo dare a piccoli dettagli che rendono le nostre vite magari non così “efficienti”, ma sicuramente più ricche, più complete…pensate all’arte, alla cultura, alla bellezza, al cibo!

  30. il profondo senso della famiglia e dell’amicizia. Ci sono tante altre cose in realta’, ma queste sono le uniche che non ho trovato altrove.
    E poi bellezza e passato. L’esaltazione statica del vecchio e di quello che e’ stato, che e’ al contempo la nostra forza e la piu’ grande delle zavorre.

  31. Orgoglio italiano. “Italian pride”… Sono orgoglioso di far parte di un popolo orgoglioso che non sventola con orgoglio l’orgoglio di essere orgoglioso. Siamo gente semplice.

  32. Ogni giorno sono orgoglioso di essere italiano. Si puo’ iniziare dalla sterminato patrimonio artistico e culturale che non potranno mai sottrarci per finire all’attitudine di vivere la dolce vita, semplicemente e liberi da troppe preoccupazioni. Pur vivendo all’estero, rimpiango fortemente la lontananza dalla semplicità di un pranzo tra amici o in famiglia, o le passeggiate tra la Storia delle nostre città. Rispetto e lodo il valore che forse solo gli Italiani hanno di prestar soccorso in prima linea ai popoli in difficoltà, senza mai arrendersi e scavando con le mani tra le macerie o tra le difficoltà della vita..
    Lo hanno fatti i nostri nonni partigiani, chi sulle nostre Alpi e chi nelle nostre pianure, là dove e’ nata la nostra Costituzione. Tutto il mondo ce la vanta perche’ non c’e’ altro documento che raccoglie in modo più sintetico i valori che un popolo dovrebbe rispettare. Loro erano orgogliosi di essere italiani, sforziamoci di essere alla loro altezza almeno in questo.
    “Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì, o giovani, col pensiero perché lì è nata la nostra costituzione.”

  33. Oltre alla sterminata cultura che tutto il mondo ci invidia?Mi rende orgoglioso la capacità che abbiamo come popolo di “rialzarci” dalle situazioni difficili, come i nostri nonni hanno fatto dopo le due sanguinose guerre mondiali…ma anche la solidarietà che abbiamo tra di noi, basti pensare al dopo-terremoto abruzzese, in cui intere squadre di volontari da tutta italia si sono rimboccate le maniche per aiutare quel popolo consumato dalla tragedia…ecco questo mi ha fatto commuovere e sentirmi orgoglioso di far parte di questo paese!

  34. La storia vera e autentica raccontata dai nostri nonni, che hanno partecipato con onore e dignità alla crescita del nostro Paese

  35. La capacità si sopportare minoranze fastidiose che si credono potenti, sapendo che sparisanno senza lasciare traccia, tranne che della loro miseria…

  36. l’infinita cultura, l’arte e la nostra bellissima letteratura, ma soprattutto la creatività del nostro popolo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...